Come collegare il proprio smartphone al computer

24 Set 2018 | L'ABC per te

Non è insolito dover trasferire file, foto o musica dal proprio smartphone al computer (o viceversa). Per farlo abbiamo molti strumenti a nostra disposizione. Per l’ABC di oggi ti sveliamo i più comodi.

1. usare google drive

Google è sicuramente uno dei metodi più comodi per trasferire i file dal nostro smartphone al computer. Il più comodo dei suoi servizi che ti viene in aiuto è Google Drive, ma prima di procedere devi collegarti con il tuo account Google.

Per accedere al tuo account (o crearne uno) ti basta cliccare sul pulsante “Accedi”.

Solitamente l’app di Google Drive è installata nelle applicazioni di default della maggior parte degli smartphone, ma se così non fosse puoi scaricarla da Google Play per Android (QUI) o dall’Apple Store per iOS (QUI).
Una volta installato, Google Drive si collegherà direttamente all’account Google del tuo dispositivo. Se vuoi usare un altro account, ti basterà collegarti premendo sull’icona con la freccia rivolta verso il basso e cliccare su Aggiungi account.
Ora puoi iniziare a caricare i tuoi file con il pulsante Carica, che ti permette di sfogliare fra i file del tuo smartphone. In alternativa, ti basta aprire il file che vuoi caricare, cliccare su Condividi e selezionare l’icona di Google Drive fra le app a disposizione. Una volta che l’upload sarà ultimato, potrai accedere dal tuo computer per visualizzare, scaricare o modificare i tuoi file.

2. usare dropbox

Dropbox è un altro strumento di condivisione molto simile a Google Drive. Per utilizzarlo dobbiamo innanzitutto crearci un account (QUI) e poi scaricare le versioni app per Android (QUI) o per iOS (QUI). Una volta installato, tutti i file che caricheremo dallo smartphone all’app di Dropbox saranno visualizzabili anche dal nostro account sul computer.

3. tramite usb

I servizi come Google Drive o Dropbox sono davvero eccezionali, ma non sempre abbiamo una connessione internet a disposizione. In questi casi ci occorre il buon vecchio cavetto USB (se abbiamo Android) o il cavo Lightning (se abbiamo un iPhone), entrambi in dotazione con il tuo smartphone o acquistabili per pochi euro in qualunque negozio di elettronica.

trasferire da android a pc

Dopo aver collegato lo smartphone al PC, attendi che compaia l’icona del tuo dispositivo nella sezione Computer o Questo PC (dipende dai sistemi operativi). Se Windows non dovesse riconoscere immediatamente il dispositivo, potrebbe essere necessario scaricare i driver necessari direttamente dal sito del costruttore del vostro smartphone (tuttavia è un’operazione solitamente automatica).
Ti basterà cliccare sull’icona del tuo dispositivo per navigare fra le cartelle e spostare, aggiungere o modificare tutti i file che ti servono. Se vuoi importare le tue foto, puoi anche usare l’opzione “Importa immagini e video” cliccando con il tasto destro sull’icona del dispositivo.

trasferire da android a mac

Per collegarti a un Mac hai bisogno di Android File Transfer, che puoi scaricare QUI. Una volta installato, ti basterà collegare il tuo dispositivo Android.

trasferire da iPhone a pc

Per visualizzare i tuoi file sull’iPhone devi scaricare il programma di ITunes sul tuo PC (QUI) e installarlo. Da questo programma della Apple potrai gestire con molta facilità la musica, le foto e qualsiasi altro file presente sul tuo dispositivo.

trasferire da iPhone a mac

Quando colleghi un iPhone a un Mac, iTunes si apre in automatico e ti permette di accedere a tutti i contenuti del tuo smartphone.

è perfino troppo semplice!

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali.
Per ulteriori informazioni clicca qui.
Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali.
Per ulteriori informazioni clicca qui.

Via Matteotti, 15 - 44049 Vigarano Mainarda - FERRARA | Tel. +39 0532 436579 | info@grafema.net

2018 © Grafema S.r.l | P.IVA 01651590380 | Privacy | Cookie Policy

Pin It on Pinterest

Share This